BREEAM

Dall’inghilterra il primo magazzino a (quasi) zero emissioni

si chiama G Park Blue Planet il nuovo fiore all’occhiello dell’architettura sostenibile e sorge nella Chatterley Valley, nello Steffordshire in Inghilterra.
Progettato da Gazeley, questo magazzino per la logistica è stato il primo edificio al mondo ad ottenere la valutazione “Outstanding” (lett. eccezionale) dal BREEAM (Building Research Establishment Environmental Assessment Method).

Per chi non lo sapesse, il sistema BREEAM (al pari del LEED o del GBC) è uno strumento di tipo commerciale per la valutazione della qualità ambientale degli edifici, divenuto nel tempo un punto di riferimento per i metodi prodotti successivamente. La versione più recente del sistema è applicabile agli edifici di tipo residenziale, commerciale, industriale e ad uso ufficio sia di nuova realizzazione sia esistenti. Questo sistema propone un approccio basato sulla valutazione di diversi fattori, che contribuiscono a creare il carico ambientale dell’edificio.

Secondo il sistema BREEAM gli edifici vengono classificati a partire da un indice che prevede degli obiettivi quantificabili:

  • Gestione;
  • Salute e benessere;
  • Energia (consumi ed emissioni di CO2);
  • Trasporti (consumi ed emissioni di CO2);
  • Consumo d’acqua;
  • Impatto ambientale dei materiali;
  • Utilizzo del terreno (superfici a verde o impermeabilizzate);
  • Valutazione ecologica del sito;
  • Inquinamento dell’aria e dell’acqua.

Vi consiglio vivamente di visitare il sito di presentazione, che è molto carino e curato ed illustra le caratteristiche principali del progetto.
L’edificio è composto da due blocchi distinti: uno spazio per il magazzino di 34.000 mq e un complesso di uffici da 1.500 mq con un tetto comune.
Il progetto ha ottenuto un punteggio medio di 85.49%, con buoni risultati in tutti i settori, fra cui benessere e consumo idrico (tutti 100%) , consumo di energia (87.5%) e rifiuti (85.71%).

Il G Park Blue Planet

Il G Park Blue Planet

Jonathan Fenton-Jones, Direttore del reparto Sostenibilità e Approvvigionamenti Globali della Gazeley ha affermato che “ricevere per primi il punteggio  ‘outstanding’  del BREEAM è il maggiore riconoscimento per il lavoro fatto dalla Gazeley sulla sostenibilità. Con il G Park Blue Planet nella Chatterley Valley crediamo di aver creato un modello che ha ridefinito i limiti per l’industria. Non solo il progetto apporta benefici in termini ambientali, ma consente risparmiare 300 mila sterline in costi di gestione all’anno”.

Basta poco per avere tanto

Come è stato possibile raggiungere questi risultati?
In realtà non sono stati utilizzati sistemi particolarmente innovativi, ma si è cercato di fondere in un unico edificio tutte le migliori tecnologie per il risparmio energetico:

(altro…)

Pubblicità